EcoPlus
PER ARRIVARE IN ORARIO....GLI OROLOGI DA CARROZZA.

PER ARRIVARE IN ORARIO....GLI OROLOGI DA CARROZZA.

Una passeggiata in carrozza era ed è un piacevole modo di trascorrere il tempo libero, ma chi in carrozza sbrigava affari, chi trasportava passeggeri su lunghe tratte, il vetturino da piazza doveva tenere controllare il tempo....

4(19).jpg 3(27).jpg 1(57).jpg lente(1).jpg

 Divenuto d’uso comune in qualsiasi vettura dalla fine del XIX secolo, l’orologio da carrozza nasce nel momento in cui si organizza e si diffonde il servizio di trasporto pubblico.

 

Nel suo manuale di coaching, Fairman Rogers scrive che ogni Road-coach doveva avere un orologio molto preciso.

 

I Drag potevano averne uno, ma non ne erano generalmente provvisti.

 

La tradizione degli orologi da carrozza è nata in Inghilterra all’epoca dei Mail-coach e degli Stage-coach che avevano dei tempi precisi di viaggio.

 

L'autista era tenuto ad avere l’orario ben visibile dal suo posto di guida in modo da rispettarlo.La posizione più adatta a questo scopo era la pedana poggiapiedi.

 

Vari sistemi di orologi pensati a questo scopo sono stati ideati e prodotti.

 

Questa pratica si è estesa ad altri tipi di autovetture ed alcuni modelli di orologi erano costruiti per essere direttamente inseriti sulla pedana.

 

In tutti i casi gli orologi, essendo sensibili agli urti e agli agenti atmosferici,erano protetti in scatole di cuoio o di legno.

 

Su un orologio convenzionale, la corona è sempre posta sopra il numero 12.

 

Per ragioni per le quali non abbiamo trovato una spiegazione in letteratura, la maggior parte degli orologi montati su vetture ippotrainate hanno la corona posizionata in modo diverso, a seconda della scelta dei proprietari degli orologi.

 

Questi orologi da carrozza potevano essere molto semplici o potevano fornire varie altre indicazioni aggiuntive.

Per essere più facilmente leggibili a distanza, alcuni orologi erano dotati di una lente.


Nelle vetture più piccole, come i Phaeton, gli orologi posti sul ventaglio anteriore erano di un diametro più piccolo.

 

Orologi usat iper vetture destinate a servizio pubblico avevano un diametro minimo di 6 cme spesso erano dotati di una scatola di protezione in metallo.

 

Queste scatole erano le più adatte alle esigenze di un utilizzo quotidiano.

 

Il vetro dell'orologio veniva avvitato, il che offriva una migliore protezione contro acqua e polvere

 

Gli orologidei Drag o dei Road-Coach privati, utilizzando legno e pelle, erano generalmente più eleganti.
 

 

In generale, per garantire la precisione totale, i Road-Coach pubblici erano dotati di due orologi. Il secondo era in possesso del conducente.

 

Fairman Rogers dice che lo teneva in un sacchetto in cui aveva anche depositato biglietti, chiavi, note,...

 

Bibliografia:  , A Manual of coaching,Philadelphia, J.B.Lippincott, 1899

Fotografie:H. Baup, D. Gaiser, Delameilleure, Battista Battiston  

IL NOTIZIARIO del Gruppo Italiano Attacchi: La rivista Italiana degli Attacchi

Hans Bert Paggen
Fonte: Il NOTIZIARIO del Gruppo Italiano Attacchi

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...

asdasdasd