2G Pet Food - Be-active

Fieracavalli si conferma l'evento di riferimento del panorama equestre nazionale e internazionale

Fieracavalli salta l'ostacolo della crisi e supera i 156 mila visitatori da 75 paesi. Espositori soddisfatti per la presenza di operatori qualificati.

fieracavalli2012_1.jpg fieracavalli2012_2.jpg

Fieracavalli ha dimostrato anche quest'anno di tenere le redini del settore: 156 mila visitatori da 75 Paesi hanno visitato la fiera insieme a 2.500 cavalli di 60 razze.

Fieracavalli si conferma sempre più internazionale con un'ottima affluenza di visitatori dalle vicine Croazia, Slovenia, Germania, Austria e Svizzera.
Un nutrito gruppo di visitatori anche dalla Russia.

Nonostante la pioggia e la difficile congiuntura economica la giornata di sabato ha registrato un’affluenza record.
Ottima anche la presenza di operatori del settore nelle prime due giornate della manifestazione dedicate principalmente agli espositori.
Il perdurare del maltempo nel weekend ha purtroppo dato una brusco rallentamento alle affluenze nella giornata cluo di domenica.

Un risultato complessivamente positivo e lusinghiero che premia gli sforzi fatti dagli organizzatori Luciano Rizzi e Armando Di Ruzza e che viene confermato anche dagli stessi espositori: "questa fiera ha davvero superato ogni mia aspettativa, ho chiuso importanti contratti anche per la vendita di attacchi, sia con l’Italia che con l’estero"spiega Angelo Bianchi titolare di “Bianchi Carrozze”, da trent’anni espositore a Fieracavalli con le sue bellissime carrozze.

Ottimo il riscontro di pubblico durante le gare della ROLEX FEI World CupTMdi Salto Ostacoli con 12.500 spettatori e del Gala serale con 10.200 presenze.

Di questo risultato positivo ne beneficia il comparto allevatoriale, che sta attraversando una congiuntura difficile, e l’equiturismo che è invece in forte espansione e punta al consolidamento della crescita.

Il grande afflusso di visitatori ha creato qualche problema in più di sicurezza rispetto agli anni precedenti non preventivato con carrozze che sfecciavano lungo le strade gremite dal pubblico, cavalieri a cavallo per le vie della fiera enza alcuna protezione.

La crisi invece ha duramente colpito il numero di espostori presenti a Fieracavalli in netta riduzione rispetto agli anni precedenti.
Il salone delle attrezzature storicamente nel padiglione 2 è completamente saltato ed è stato inglobato nel padiglione 4.
Ampi gli spazi vuoti anche al padiglione 6 dedicato alla vendita al pubblico. Tanti invece, forse troppi, il numero di espostori enogastromici in tutte le aree esterne della fiera, in corrispondenze di ogni ingresso.

L'idea del padiglione 7 invece è stata molto apprezzata: oltre al meglio dell’equitazione con gli stand dei brand leader e più prestigiosi del mercato, si poteva assistere al riscaldamento pre-gara dei campioni della Rolex Fei World Cup™ e al  25° Concorso Nazionale Pony con le giovani promesse del Salto ostacoli italiano.

I visitatori dei padiglioni 4 e 6, fin dalle prime ore di manifestazione, hanno fatto registrare buone vendite tra gli espositori, legate anche alla percezione, da parte del pubblico, dell’acquisto di prodotti di convenienza e qualità.

Gianni Guidolin, titolare della Guidolin Group mangimi per cavalli, presente in fiera al padiglione 4 ha dichiarato: “Sono più di 25 anni che vengo in Fiera e quest’anno è andata oltre le mie aspettative. Negli ultimi anni mi sembrava un po’ calata, mentre quest’anno ho notato un pubblico più professionista che viene a Fieracavalli perché è una delle poche fiere che include il mondo del cavallo a 360 gradi”.

Infine, quest’anno, Fieracavalli ha potenziato, attraverso la creazione di una Commissione Etica per il benessere animale, quanto già da anni predispone per l’ottimale gestione dei cavalli: un servizio medico-veterinario 24 ore su 24 con una quindicina di professionisti, tre ambulanze veterinarie, due cliniche mobili e il servizio continuato di mascalcia.
 

Complimenti a Fieracavalli e appuntamento al prossimo anno.

Eleonora Origgi
Fonte: redazione

Commenti

EVENTI: leggi anche...

asdasdasd