2G Pet Food - Be-active

G.I.A: Sport a tutto campo: Tappa dopo Tappa

Dai reportage on line. Si ringraziano Flickr-FEI e www.hoefnet.nl. Photo credits Karolina Swardh

_2017/hp-ok-art-9.jpg


_2017/1 ok art 9.png


A LIONE: UN TESTA A TESTA

Nella prima Tappa di Lione (FRA) il testa a testa fra Boyd Exell e Bram Chardon alla fine si è concluso con la vittoria dell’australiano e con József Dobrovitz al terzo posto. Un percorso fluido disegnato da Jeroen Houterman, però non del tutto facile, dato che richiedeva precise scelte tecniche e questo ha reso la competizione più emozionante. Bram Chardon, percorso netto col tempo più veloce, era davanti prima del round finale precedendo Exell e Dobrovitz.


Troppi errori nella seconda manche per quest’ultimo e la gara era aperta per Boyd, che vinceva senza difficoltà guidando veloce e fluido, con una sola palla a terra. “Volevo vincere oggi, lo dovevo al mio team” Bram commetteva due errori e finiva al secondo posto a soli 6 secondi. Un primo assaggio dei duelli fra i due, che anche quest’anno appassioneranno tutti come nella scorsa stagione. La prima gara si rivelava piuttosto deludente per gli altri driver in gara: De Ronde, Voutaz, Weber e Alliaud.


MAASTRICHT: ANCORA LUI!!

La seconda Tappa a Maastricht (NL) è stata una vera battaglia fra Boyd Exell e IJsbrand e Bram Chardon, gli atleti di casa,. Alla fine IJsbrand Chardon ha dovuto ammettere la superiorità di Boyd, che chiudeva davanti a suo figlio Bram di soli 16 centesimi di secondo. Il percorso di Jeroen Houterman era molto tecnico e selettivo, garantendo una gara eccitante.


Exell e i due Chardons si qualificavano per il round finale avendo ognuno messo a segno un netto. Boyd Exell, primo a partire, non commetteva errori e guidava veloce, così la pallina a terra, lasciata da un velocissimo Bram pesava molto e lo poneva dietro all’australiano, Mareike Harm, applauditissima, portava a termine un’eccellente competizione a Maastricht. La driver tedesca finiva quarta con il suo team di 3 cavalli per outdoor e un cavallo già appartenuto a Mark Weusthof. Non era giornata per Koos de Ronde e Glenn Geerts, rispettivamente al quinto e sesto posto.


STOCCARDA: OVAZIONE PER MAREIKE HARM

Tremava il soffitto dalla Schleyer Halle a Stoccarda (D) durante la terza Tappa FEI World Cup Driving. Boyd Exell è stato il chiaro vincitore davanti a Chester Weber, ma è stata la concorrente di casa Mareike Harm a suscitare i più forti applausi con un terzo posto finale. La Harm si è qualificata con Boyd Exell e Chester Weber per il round finale. Purtroppo ha abbattuto una pallina, ma ciò non ha compromesso la sua prestazione. Sia a Maastricht che a Stoccarda ha impressionato per i round ben guidati.


Chester Weber ha fatto un percorso veloce e netto sul tracciato disegnato dall’ungherese Gábor Fintha. Super folla eccitata per Boyd Exell, che ha guidato con un nuovo leader incredibilmente veloce. E con questa vittoria ha già ottenuto il numero massimo di 30 punti per la Coppa del Mondo e quindi è certo di un posto in Finale. 


STOCCOLMA: LA QUARTA DI FILA!

Il costruttore di percorso Johan Jacobs aveva disegnato un percorso fluido per i 6 driver nella Friends Arena di Stoccolma (SWE), dove oltre 10.000 spettatori hanno partecipato entusiasti. Un bel percorso commentava Koos de Ronde, e così è stato, e su un bel percorso vince sempre il migliore. Boyd guidava il suo team di cavalli in modo magistrale portando a casa la quarta vittoria consecutiva, Koos de Ronde, comunque Era molto felice del secondo posto, perché Boyd - afferma- ha una classe a sé stante.


Ci ho provato, ma lui ha guidato semplicemente super”. Glenn Geerts era soddisfatto di finire al terzo posto, poiché aveva bisogno di punti nella Coppa del Mondo per arrivare a competere per la Finale. Mareike Harm ha impressionato ancora una volta guidando il suo team in velocità per tutta la gara. Benjamin Aillaud ha chiuso al quinto posto, davanti al jolly Fredrik Persson.


BUDAPEST: SFIDA IN FAMIGLIA

La gara a Budapest è diventata una gara testa a testa tra i due Chardon che hanno guidato al meglio e hanno offerto uno spettacolo meraviglioso. Jozsef Dobrovitz ha commesso un errore nel percorso finale ed ha chiuso al terzo posto Quarto Chester Weber. IJsbrand ha guidato il suo team molto velocemente attraverso il corso, progettato dall’apprezzato costruttore Gábor Fintha. Chardon senior non ha commesso errori e ha quindi esercitato pressione su suo figlio. Bram, che aveva stabilito il miglior tempo nel primo round ed era ben avviato per fare lo stesso.


Sfortunatamente, abbatteva una pallina nel primo ostacolo della maratona. Tagliava il traguardo velocissimo, ma era solo una frazione di secondo più lento di suo padre.


CLASSIFICA DOPO 5 DI 9 TAPPE:

1 Boyd EXELL   AUS 30

2 IJsbrand CHARDON   NED 17

3 Bram CHARDON   NED 14

4 Koos DE RONDE   NED 13

4 József DOBROVITZ   GER 13

6 Glenn GEERTS   BEL 9

6 Chester WEBER   USA 9

8 Mareike HARM   GER 8

9 Benjamin AILLAUD   FRA 7

10 Jérôme VOUTAZ   SUI 5

Redazione


Fonte: Gruppo Italiano Attacchi

Commenti

ATTACCHI: leggi anche...

asdasdasd