2G Pet Food - Be-active

ANACAITPR: il resoconto del secondo giorno della Mostra morfologica nazionale del CAITPR che si è tenuta a Fieracavalli venerdì 27 ottobre 2017

La seconda giornata dell'iniziativa che si è tenuta in occasione della fiera veronese è stata dedicata al contest morfologico delle categorie femminili

_2017/anacaitpr_fieracavalli_2017_1.jpg _2017/anacaitpr_fieracavalli_2017_2.jpg _2017/anacaitpr_fieracavalli_2017_3.jpg _2017/anacaitpr_fieracavalli_2017_4.jpg
Qualche giorno per lasciare decantare le emozioni così intense che accompagnano una Mostra nazionale, e giunge il momento delle riflessioni sulla manifestazione 2017.
 
QUI il resoconto della giornata di giovedì.

Il venerdì, anche in questo caso come da tradizione, è stata la giornata del contest morfologico delle categorie femminili. Quattro le categorie in gioco. Molto interessante la sezione delle puledre 2017 composta da 6 soggetti provenienti dal Lazio, dalla Lombardia e dall’Umbria oltre che dall’Emilia Romagna e dal Veneto. Un lotto di soggetti molto interessante nella sua qualità media che ha attratto l’attenzione anche degli osservatori più qualificati.
 
Tra l’altro vanno fatti i complimenti agli allevatori per la cura di presentazione di questa categoria composta da giovanissime puledre alla loro prima uscita pubblica e che richiedono, quindi, un’attenzione particolare nella preparazione. Si è imposta, forse a sorpresa, ma meritatamente, Norma la più giovane del gruppo essendo nata a metà maggio. Un soggetto proveniente dal Lazio figlia di Denver della linea Larmel, proposta nel ring molto bene dal proprietario. Norma era stata segnalata come interessante per la Mostra nazionale dall’Esperto di razza in sede di visita di rilevamento fenotipico ai primi di settembre. Anche per i Giudici di mostra il piazzare al primo posto il soggetto più giovane è un atto che presuppone una solida preparazione tecnica. Bello notare come a distanza di 2 mesi, 3 Esperti del LG abbiano avuto visioni tecniche del tutto coincidenti.
 
Più ridotta, ma comunque di grande pregio, la categoria delle 30 mesi (puledre 2015). 4 soggetti di altrettante provenienze regionali. Stavolta si è imposta la proposta dell’Umbria con Lolita Lb frutto di un intreccio genetico abbastanza originale, che comprende la linea Kamikaze/Gonzalez e Lisimaco/Elton, con quattro radici di bisnonni molto lontane geneticamente tra loro. Le due categorie puledre hanno lasciato ottimi messaggi tecnici, ma certamente le sezioni “regine” della giornata sono state quelle delle fattrici. 15 femmine in passerella nel complesso. Categoria principale quella
delle giovani madri di 3-5 anni composta da 10 soggetti e che, forse, è stata la sezione migliore di tutta la mostra con un quadro di pregio medio elevatissimo. Un concorso che si è svolto sul fil di lana e che ha visto giocarsi la classifica su piccoli dettagli. Proprio un caso classico in cui è
quasi doloroso dover fare una classifica avendo nel ring soggetti tutti comunque meritevoli di commenti positivi. Basti pensare che ben 5 delle giovani fattrici si presentavano alla Mostra con la qualifica morfologica di Molto Buono, un evento raramente accaduto in precedenza. Si è imposta, un po’ a sorpresa anche in questo caso, un outsider rispetto alle attese dell’ambiente: Giada Vm; Isard/Chilo il mix genetico paterno e Gonzalez/Olgan quello materno. Anche in questo caso quattro ceppi d’ascendenza diversi, ma mirabilmente combinati tra loro nel soggetto campione e che, soprattutto, ha saputo imporsi anche come BEST IN SHOW delle categorie femminili. Ottime però anche le riserve tanto che la seconda classificata ha avuto il riconoscimento della Rivalutazione a Molto Buono da parte dei Giudici. E’ questa un’opportunità aperta in Mostra nazionale da qualche anno e che lascia ai Giudici la facoltà di riqualificare i soggetti partecipanti. Comunque, al di là dei necessari riferimenti alla classifica, un complimento a tutti. Un gruppo di giovani femmine come quello del 2017 era da tempo che non si vedeva e, peraltro, è una cosa che lascia ben sperare circa il futuro della razza trattandosi delle madri della razza, non solo di oggi, ma anche di domani se si considera che quelle più “attempate” appartengono alla generazione 2012.
 
Molto valido anche il gruppo delle madri mature (Categoria 6-10 anni). Più ridotto come numero rispetto alle giovani, un tantino più eterogenee nel quadro medio, ma con qualità media molto elevata. Si è imposta una vecchia gloria, Athena Vg, già in precedenza Campionessa di Mostra nazionale in diverse Categorie e che ha colto questo alloro proprio alla vigilia di uscire dalla sezione 6-10 anni per raggiunti limiti di età. Però, anche in questo caso, ottimi i rincalzi. Anzi molto valide tutte le femmine di questa categorie. Buona anche la diversificazione delle origini genetiche anche se, in questa fascia di generazione, si fa sentire ancora in misura significativa la presenza delle due famiglie forse più note della razza, vale a dire Isard e Gonzalez.
 
I Concorsi morfologici ufficiali di razza prevedono anche alcuni titoli speciali. Del Best in Show categorie femminili si è già detto; gli altri Concorsi speciali riguardano i Gruppi di progenie ed i Gruppi territoriali. Due contest con significato diverso. Il primo è di natura tecnica in quanto mette a confronto i gruppi composti da almeno 5 soggetti figli dallo stesso stallone. Due i Gruppi presenti quest’anno: quello di Benito e quello dello stallone Vulkan Vg che si è imposto presentando un lotto di 5 figlie di grande pregio ed omogeneità. Uno stallone che si è fatto luce più lentamente di altri avendo operato in una stazione di fecondazione che serve un parco fattrici non molto ampio. Per il titolo Gruppo di Regione, che devono essere composti da almeno 5 soggetti presentati da allevatori della stessa Regione, si è imposto il Gruppo Emilia Romagna che ha sopravanzato, anche se di poco, il Gruppo Umbria ed il Gruppo Veneto nell’ordine.
 
Novità quest’anno il fatto di aver potuto finalmente schierare in campo i due gruppi di progenie per un confronto anche visivo di grande impatto. Peccato, tempo tiranno, di non aver potuto fare altrettanto con i Gruppi di Regione. Sarà magari questione del prossimo anno. Per concludere questa sezione dedicata ai Concorsi morfologici, un complimento ai due Giudici impegnati in Mostra Nazionale e che si erano già fatti carico anche delle valutazioni nei Raduni candidati stalloni come consuetudine organizzativa di ANACAITPR vuole. Il veterano della coppia il Sig. Giovanni Verlicchi, che ha gestito con molta oculatezza e preparazione il suo ruolo, è stato affiancato da un giovane tecnico al Suo esordio in un evento nazionale, Thomas Pedron, che ha saputo però essere un validissimo supporto e che ha rivelato un già positivo grado di addestramento tecnico e di sicurezza. Raro il caso di una Mostra di questo livello che non faccia annotare discussioni e, magari, critiche più o meno motivate. Ebbene l’edizione 2017 ha visto gli allevatori condividere appieno le scelte dei Giudici. 

Redazione
Fonte: ANACAITPR

Commenti

EVENTI: leggi anche...

asdasdasd